Il discorso di Davide

Mettetevi l’anima in pace: se decidete di sposarvi, sappiate che almeno due mesi della vostra vita sarete totalmente immersi nella folle ed entusiasmante organizzazione del matrimonio. Se poi siete veramente fuori di testa, come me, e credete di poterlo personalizzare a tal punto da fare tutto da soli (con le vostre mani, intendo), allora aggiungete pure un altro mese, compresi tutti i weekend. Ma per fortuna ci sono sorelle, mamme, amiche e amici stupendi che sono pronti a farsi in quattro pur di darvi una mano.

Questo è il segreto di un bel matrimonio. Perché il matrimonio non è solo una festa, ma è la festa dell’amore, l’amore che giurate di essere per sempre e quello delle persone che vi vogliono bene, che gioiscono per voi e si lasciano coinvolgere con il cuore e con la testa in quello che tutti chiamano, non a caso, un sogno. Per me è stato così, e ne sono strafelice.

Io, quando ho visto Domenico tagliare e poi timbrare inviti e segnalibro, fare fiocchetti con i nastrini di raso e poi incollarli con la colla a caldo (scottandosi più di una volta), ho pensato davvero di essere una donna fortunata. Ma insieme a noi due c’era tutta una macchina organizzativa intorno, un vulcano di energie e idee che ci ha trasmesso adrenalina ed emozioni che non bastano tutte le parole di questo mondo per descriverle.

In questo blog non sono riuscita a raccontare effettivamente com’è andata passo dopo passo, dall’inizio fino alla fine. Prima o poi lo farò, buttando giù ogni singola virgola. Perché, come ha detto Davide Granito nel suo discorso durante la cerimonia civile, ho un istinto naturale a voler condividere le mie esperienze, le mie idee, la mia voglia di fare insieme. Perché insieme la vita ha tutto un altro sapore.

Se cliccate qui sotto, potete leggere le parole che quel 5 settembre, sotto l’albero e il tramonto della Masseria Cimadomo, hanno fatto commuovere tutti quanti noi. Compreso l’albero. Lo sposo, non solo si è commosso, ma ha versato lacrimoni piangendo a dirotto fino a quando ha detto ”sì”.

Il segreto del mio matrimonio siete tutti quanti voi. E anche se l’ho già detto, lo ripeto: grazie di cuore.

Grazie a te Davide, fratello della mia infanzia e di una vita intera. Senza di te non avrei mai iniziato a sognare (aspetto ancora di atterrare con te sulla Luna. Non lo dimentico, ho anche le scarpe adesso: vanno bene quelle da trekking?)

😀

Il discorso di Davide (clicca qui)

fotodavidemarzia_baby

Nella foto io e Davide da bambini, quando vivevamo ancora a Canosa, al numero 35 di via Forges D’avanzati, lui al terzo e io al primo piano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...