Grecia in vespa: la mia luna di miele / 1

IMG_6662

Caschi coordinati e rigorosamente bianchi, zaino per trekking 50 litri con copertura outdoor legato sul portapacchi posteriore e davanti due mini zainetti con dentro tutto ciò che serve in situazioni lastminute: due giacche impermeabili, due pile quadrettati, due spazzolini, dentifricio e acqua. Nella mia inseparabile borsetta di cuoio ci ho messo: documenti, soldini, gopro, iPhone, un taccuino con una penna, burro di cacao e rossetto rosso. Certo, non è una semplice vacanza. Questo è il mio viaggio di nozze e io ve lo voglio raccontare.

Otto giorni a bordo della vespa bianca di Domenico (125, modello T5), mille chilometri da Igoumenitsa a Patrasso tra viste mozzafiato, pioggia, traghetti e tanto amore.

Questa settimana dedicherò a questa fantastica avventura un post al giorno, provando a trarre spunto dal diario di bordo scritto qua e là in giro per la Grecia continentale, proprio qualche giorno prima delle elezioni.

Spero, speriamo, di riuscire a trasmettervi emozioni e consigli. Enjoi!!

10-09-2015

Arrivo a Igoumenitsa.
Sono le 7 del mattino e siamo appena sbarcati in Grecia lasciandoci alle spalle una Bari con il cielo grigio. E infatti: piove anche qui!

Il tempo in Grecia è simile a quello dell’Italia, ma basta dare uno sguardo alle applicazioni meteo (noi non ne guardiamo mai solo una) per capire cosa succederà.

Igoumenitsa è una località minuscola e c’è davvero poco, quasi niente, da vedere. Mi colpisce la sagoma di una montagna tutta verde che sovrasta questo luogo fatto di costruzioni incomplete. Siamo appena arrivati in un nuovo Paese, abbiamo dormito quattro ore e ci siamo sposati tre giorni fa.  Dire che ci sentiamo alquanto stonati è poco.

Ci ripariamo in un baretto, ”Chocolate”, a pochissimi metri dal porto. Approfittiamo del wifi per consultare nuovamente il meteo: l’acqua dovrebbe calmarsi e riprendere a sfogarsi in tarda serata. Non abbiamo nessuna prenotazione oggi, ma solo un albergo domani. La prima tappa certa è tra più di 24 ore sull’isola di Lefkada.

Guardiamo la mappa e decidiamo di proseguire lungo la costa fino a Parga. Una volta arrivati lì decideremo se fermarci oppure continuare ancora qualche chilometro più a sud.

E’ il primo giorno della nostra luna di miele e oggi l’itinerario è improvvisato.

Ci riscaldiamo qualche minuto aspettando che l’acquazzone si plachi, beviamo una tazza di té, guardiamo su Google le immagini delle città che seguiranno.

Intanto la radio suona ”Drive” dei R.E.M.
Niente male come prima colonna sonora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...